Calendario

September 2017
M T W T F S S
« Jul    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Parole chiave

Il Maestro del Lavoro Tarcisio Melzi racconta

Tarcisio viene da una famiglia monzese DOC da oltre due secolio e nasce a Monza nel 1925. A 14 anni entra nel mondo del lavoro a Sesto S. Giovanni presso gli stabilimenti della Breda Fucine percorrendo, attraverso tutto il percorso da garzone, operaio, impiegato, capoufficio una carriera incredibile caratterizzata da una fortissima volontà di riuscire che l’ha portato passo dopo passo a raggiungere i suoi obiettivi. Ha lasciato l’attività lavorativa in Maggio 1977.

Ma l’avventura della sua vita ha dell’incredibile quando scopriamo che diciannovenne, nel 1944 fu catturato ingiustamente dalle squadre fasciste, subì un processo sommario a Milano,  condannato a 18 mesi con la condizionale e consegnato ai tedeschi che lo deportarono a Dachau in Germania. All’epoca era il più giovane deportato e rimase in quel campo ai lavori forzati per un mese. Successivamente fu trasferito a un campo lager di Norimberga dal quale usciva giornalmente per lavorare alla Siemens. Finalmente nel Maggio 1945 riesce a rientrare in Italia col fisico provato ma con tanto desiderio di riprendere la vita normale. Quindi nello stesso mese di Maggio riprende a lavorare alla Breda, nei settori Tubi e Valvole per i pozzi petroliferi e macchine industriali per mulini, e al tempo stesso decide di iscriversi alle scuole serali. Il percorso è ambizioso ma Tarciso ama le sfide: tre anni di scuola di disegno meccanico alla scuola serale della Villa Reale, poi le tre commerciali alla Cardinal Ferrari e infine i cinque anni di ragioneria fatti in tre anni .

Viene nominato Maestro del Lavoro nel Settembre 1977 e nel 2002 riceve la Stella d’oro per i 25 anni di appartenenza all’Associazione  e l’encomio del Comune di Monza. Tarcisio è anche uno sportivo tenace: dal 1960 al 1971 ha giocato a tennis nel Gruppo Breda e poi ha scoperto il gioco delle bocce che è ancora il suo passatempo attuale. Nel 1964 ha fondato la Bocciofila SS. Giacomo e Donato a Monza di cui è stato il primo presidente.

L’altra grande passione che ha dato grandissime soddisfazioni a Tarcisio è la sua splendida famiglia. Dalla consorte Luisa ha avuto tre figli: Aldo professore di scienze al liceo, Edoardo professore di italiano e religione e Maria Luisa “Mimmi” pediatra al S. Gerardo di Monza.

E proprio quest’ultima gli ha regalato tre splendidi nipoti: Anna, Lucia e Carlo.

Per completare questo bel quadro non poteva mancare un piccolo pettegolezzo: Tarcisio è un tifoso della Juve e qualcuno ci ha confidato che quando questa perde, lui per quel giorno digiuna!

MdL Aldo Laus

Comments are closed.