Calendario

September 2017
M T W T F S S
« Jul    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Parole chiave

Il Maestro del Lavoro Luigi Milischy racconta

Milischy

Luigi MILISCHY (forma italianizzata del suo cognome originario MILINSKY) Ë nato a Monza 81 anni fa, è coniugato con Nora, ha una figlia Antonella e un nipote Andrea. Ha conseguito la licenza presso l’ Istituto Professionale di Monza e ha poi proseguito gli studi di  capotecnico elettromeccanico  per corrispondenza. Inizia la sua attività lavorativa a 14 anni presso la CGS di Monza in qualità di apprendista tornitore ma, tre anni dopo, va alla Breda Elettromeccanica con la qualifica di fresatore specializzato. La produzione dell’ epoca, parliamo del 1943, consisteva prevalentemente di armamenti (fusti di mitragliatori e cannoni per la contraerea e anche per il settore navale). Con l’ esperienza acquisita, passa al controllo dei getti di fusione, al controllo non distruttivo dei materiali con l’ uso di reagenti chimici e poi con raggi X. Terminato il periodo bellico la Breda trasformava la sua attività in produzione di trattori, treni, ferrovie e materiali elettromeccanici in genere. Luigi Milischy, allora giovane ventenne, ha gia acquisito un buon livello di responsabilità e si dedica a controlli più sofisticati, collabora con l’ Ufficio Tecnico per modifiche conseguenti ai risultati dei controlli e contribuisce al miglioramento del prodotto. L’ Azienda, puntando su questa giovane risorsa, lo promuove a livello di Capo Reparto, alle dirette dipendenze del Direttore di Produzione. Nel 1970, con 30 anni di anzianità, è Presidente del Gruppo Anziani. Le sue caratteristiche umane lo avevano fatto diventare il punto di riferimento dei suoi collaboratori che si rivolgevano a lui non solo per problemi lavorativi ma anche famigliari. Intorno agli anni ’ 70, per variazioni aziendali, veniva assegnato all’ Ansaldo di Sesto S. Giovanni dove qualche anno dopo, a seguito di un grave incidente sul lavoro, subiva la perdita visiva di un occhio.

La sua attività lavorativa continuava comunque ininterrottamente e nel 1975 otteneva il riconoscimento della massima categoria impiegatizia. Nel 1983, raggiunta anche la massima anzianità contributiva, decideva di dedicarsi alla famiglia e al riposo.

Infine due parole sulle sue origini: il nonno di origine polacca era un Conte, titolo al quale la famiglia dovette rinunciare, per salvare la vita, il momento in cui abbandonò il Paese a seguito di persecuzioni razziali.

E’  diventato Maestro del Lavoro nel 1981 e Cavaliere nel 1983.

E’  stato Capo Delegazione dei MdL di Monza e Segretario Aggiunto del Consolato di Milano.

MdL Umberto Seclì

Comments are closed.