Calendario

May 2020
M T W T F S S
« Feb    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Parole chiave

Il Maestro del Lavoro Angelo Casiraghi racconta

Angelo Casiraghi

Angelo Casiraghi nasce a Camparada nel 1925; acquisisce la licenza di 3° commerciale e, come si usava allora, a 16 anni accetta di iniziare a lavorare in un settore che  non era esattamente  quello che aveva in mente. Presso la Ercole

Marelli cercavano operai nel reparto Officina, l’Azienda era importante ma il giovane Angelo Casiraghi non sapeva nulla di meccanica.

L’Azienda però investe sul ragazzo e gli fa frequentare un corso di disegno meccanico e tecnologia per poterlo adibire in qualità di apprendista tornitore. Nel 1943 (tempi duri, quelli !), viene licenziato, come d’uso in quell’epoca, a causa della chiamata al servizio di leva che svolge nel corpo dell’artiglieria senza particolari rilievi fino alla fine della guerra. Al rientro,  viene assunto fuori ruolo nell’Ufficio Anagrafe del Comune di residenza ma, poco tempo dopo, venuto a conoscenza che la società Ercole Marelli assumeva gli ex

dipendenti si ripropone e viene immediatamente riassunto nel Reparto Avvolgimento Piccole Costruzioni per la produzione di motori per pompe di piccola portata. Il Giovane Casiraghi cresce professionalmente, fornisce ai

suoi capi preziosi suggerimenti e modifiche e di pari passo da apprendista diventa operaio, poi operaio specializzato, 5° livello, equiparato e infine impiegato prima del pensionamento.

Una lunga e onorata carriera che lo ha messo in evidenza per l’onorificenza di Maestro del Lavoro ottenuta, a 55 anni, nel 1980.

Attualmente riveste la carica di Consigliere. Un fatto curioso: Casiraghi era a capo di un reparto costituito prevalentemente da donne dove era amato ed apprezzato per la sua disponibilità. Negli Uffici della medesima società lavorava la collega Wanda, divenuta sua moglie per 58 anni; ha una figlia Daniela, e un nipote Marco di 24 anni, prossimo a laurearsi in ingegneria edi-

le. Tra i suoi ricordi più cari: un suo ex collega-amico che lo ha fatto innamorare della poesia (lui che conosceva a memoria l’opera di molti poeti) e una pergamena con la  firma di quasi un centinaio di collaboratori e una medaglia d’oro ricevute al momento del pensionamento. Infine, per Angelo Casiraghi un neo: è Interista. Che peccato !

A cura di MdL Umberto Seclì
Gennaio 2009

Comments are closed.